Wineline International - Food & Wine Communications

Industriestraße 1-5 Zona Industriale
I-39011 Lana - Eurocenter

T +39 0473 292 370
M +39 329 0977299 

info@wineline.it

Top Panel
Mercoledì, 20 Marzo 2019

zona di produzione

A seconda delle aree e delle zone di coltivazione i vini Vernatsch (Schiava) presentano caratteristiche differenti.

La più grande zona di coltivazione della vite Vernatsch in Alto Adige si trova nei pressi del Lago di Caldaro.

Il Lago di Caldaro scelto con il suo piacevole profumo fiorito è il più noto tra i vini Vernatsch.

Esso è piacevolmente delicato, fruttato e possiede una corposità armonica. Il celebre Santa Maddalena, viene coltivato a Bolzano ai piedi del Monte Corno. È il più forte e strutturato tra i vini Vernatsch.

La Schiava dell’Alto Adige viene coltivato soprattutto nei comuni di San Michele Appiano, Termeno e Cortaccia. Qui è molto diffuso, in generale, però, esso risulta più forte del Lago di Caldaro.

Il Meranese è coltivato attorno la città di Merano ed è il vino Vernatsch più profumato e di carattere.

diffusione

Il Vernatsch (Schiava) ha una diffusione dominante in Alto Adige. Quasi il 30 per cento di tutte le colture sono attualmente coltivate con Vernatsch.

Il Vernatsch si trova in singole aree anche in Trentino e qui viene denominato Schiava. In Germania il Vernatsch è diffuso nel Württemberg come Trollinger.

Il nome Trollinger si riferisce alla provenienza della specie: originariamente si chiamava Tirolinger (da Tirolo), da cui è poi derivato il nome Trollinger.

la varietà

Vernatsch (Schiava) è una specie di uva altoatesina autoctona e indigena della terra da oltre 1.000 anni.

Questo tipo di uva ha acini relativamente grandi con una buccia sottile. Ne derivano vini non complicati, “beverini” dal rosso piuttosto chiaro. Il Vernatsch è un vino leggero, povero di tannino.

Ha un gusto piacevolmente delicato e fruttato. Tra i vini rossi, generalmente, ha il più basso valore di acidità.

Proprio per la sua scorza sottile, l’uva Vernatsch è interessante anche come uva da tavola.

Nella città di Merano, essa viene utilizzata come “uva di cura di Merano” anche per la rinomata cura dell’uva.

Il nome deriva dal latino “vernaculus” che significa “indigeno”. La specie non è da confondere con l’uva Vernaccia italiana da cui si producono stimati vini bianchi nella cittadina di San Giminiano in Toscana.

i cloni

Sono note molte variazioni della vite Vernatsch (Schiava);

in Alto Adige ci sono la Großvernatsch (Schiava Grossa) o la sua coltivazione secondaria,

la Edelvernatsch (Schiava Gentile); altre varianti sono la Grauvernatsch (Schiava Grigia),

che viene vinificato anche come vino peculiare nonché la Mittervernatsch (Schiava Media)

e la Tschaggelevernatsch (Tschaggel), che hanno gli acini piccoli.





wineline

Wineline International - Food & Wine Communications

Industriestraße 1-5 Zona Industriale
I-39011 Lana - Eurocenter

T +39 0473 292 370
M +39 329 0977299 

info@wineline.it

 



suedtirol logo